Libro su Agrobiodiversità

Salvatore Colazzo (a cura di), Agrobiodiversità e management dei beni comuni. Percorsi di ricerca e proposte di intervento per una pedagogia di comunità.
Contributi di Salvatore Colazzo, Filippo M. Contenti, Ezio del Gottardo, Vicenzo M. Lauriola, Lorenza Paoloni, Salvatore Patera, Victor D. Ganzàlvez Pérez.

Guida editori, Napoli, 2015. ISBN 978-88-6866-105-2.

Abstract

Il volume rappresenta un momento di riflessione all'interno di un percorso di ricerca e di intervento che io assieme al mio gruppo vado conducendo da alcuni anni sui temi dei saperi locali, dell'agrobiodiversità, della pedagogia di comunità. Un file rouge percorre il volume: la tutela della biodiversità alimentare corrisponde ad una tutela delle comunità che di quella biodiversità sono custodi. Le differenze colturali si rivelano essere differenze culturali. La modernità ha significato, tra l'altro, una sistematica omogenizzazzione dei modi di produrre, consumare, e anche pensare ed essere. Oggi, tuttavia, si manifesta, a fronte dei processi di appiattimento delle differenze indotto dalla globalizzazione un importante movimento di riscoperta del'importanza della coltivazione della differenza.
Val la pena insistere sulla necessità di difendere la biodiversità, di favorire la diffusione degli orti e il consumo in loco dei cibi prodotti da un'agricoltura tornata ad essere familiare. Si tratta di riorganizzare il modo di produrre, distribuire, consumare il cibio, per assicurare, ad ogni abitante della Terra, la possibilità di nutrirsi adeguatamente. L'agricoltura industriale punta all'uniformità, la nuova agricoltura alla diversità. Per le esigenze del mercato abbiamo impoveristo la varietà del nostro cibo. L'agricoltura di piccola scala, familiare, a differenza di quella che segue logiche globali, rispetta la biodiversità e la favorisce. Gli agricoltori di una volta accoglievano, sostiene Petrini "il plurale come una benedizione, perché sapevano che in quella variabilità c'era la sicurezza alimentare, la possibilità di avere una raccolta al termine di qualunque stagione produttiva, la possibilità di avere sempre cibo gustoso e nutriente":
Il libro vuole schierare la pedagogia a favore di una revisione dell'approccio umano al cibo. La pedagogia deve poter dare il suo contributo al movimento che si batte acché l'agricolutra possa tornare ad essere un tema ampiamente dibuattura, acché le politiche del futuro riguardino il problema della sovranità alimentale, le pratiche degli uomini tornino a contemplare un quotidiano rapporto con la natura per risolvere eticamente il problema del pane quotidiano.

Indice

Intoduzione di Salvatore Colazzo

Parte Prima

1. Tra voglia di comunità e bisogno di comunità, di Salvatore Colazzo
1. Dalla molteplicità al "comune"
2. Comune e comunicazine
3. Fome della reciprocità
4. Disambiguare la voglia di comunità
5. Uno sguardo al passato
6. Uno sguardo all'oggi
7. Etica del riconoscimento vs etica dell'eguaglianza
8. Gli stati-nazione e la globalizzazione

2. Agrobiodiversità e management dei beni comuni. La sfida educativa della capacitazione sociale e istituzionale, di Salvatore Patera
1. Alcune considerazioni sullo scenario attuale
2. La sfida educativa della capacitazione sociale e istituzionale
Riferimenti bibliografici

3. Un bilancio sull'esperienza del progetto EuropeAid - Knowledge Health and Food for All
Premessa
1. Il contesto: accordo TRIPS e ricadute sui territori
2. Il progetto
3. Obiettivi generali del progetto
4. Il gruppo di ricerca locale
5. Obiettivi del gruppo di ricerca locale
6. Attività svolte dal gruppo di ricerca locale
6.1. Il caso della "Cunserva mara" (Spongano)
Riferimenti bibliografici

Parte Seconda

4. Modelli contrattuali e valorizzazione dei diritti collettivi di comunità nelle politiche agroalimentari locali, di Lorenza Paoloni
1. Introduzione
2. Proprietà collettiva, diritti collettivi e "Farmers Rights"
3. I diritti delle comunità locali
Riferimenti bibliografici

5. (Beni) Comuni, forme di proprietà, economia e ambiente, di Vincenzo M. Lauriola
1. Intoduzione. Risorse naturali: un concetto ambiguo
2. Risorse naturali e regimi di proprietà
3. Lettura e classificazione della proprietà
4. La tragedia dei (beni) comuni, una rivisitazione critica
5. Il dilemma del prigioniero
6. Note conclusive
Riferimenti bibliografici

6. Impulso de la biodiversidad desde la agricultura ecologica, di Victor D. Gozalvez
1. Intoduccion
2. Definiciones y principios de la agricultura ecologica
3. El caso particular de las semillas en agricultura ecologica
4. Conclusione
Riferimenti bibliografici

7. Sussidiarietà e governance territoriale. L'esperienza dell'OMAU di Malaga, di Filippo Maria Contenti
1. Introduzione
2. Caso 1: Il programma "Estenoesunsolar" (Saragozza)
3, Caso 2: La capacità dei processi bottom up diincidere sulla definizione delle poticies locali (Granada, Malaga)
4. Caso 3: Il concetto di "banca del tempo" e la valorizzazione delle conoscenze informali e delle competenze della comunità (Malaga)

Note sugli autori


Per leggere o scaricare l'intero libro, consultate il sito Sapere pedagogico

Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License